Gripdetective

Gripdetective

scrivi una recensione
pubblicato il 05 / 10 / 2020

Cambio gomme auto 2020/2021: i 4 stagioni esemplari, buoni e sufficienti

scritto da

AutoBild ha pubblicato i risultati del test sulle migliori gomme auto 4 stagioni 2020, che prende in esame 32 modelli di dimensioni 205/55 R 16 montati su una Volkswagen Golf. La prima scrematura è stata fatta con la valutazione delle distanze di arresto nella frenata su bagnato e su asciutto, che ha ammesso solo 14 modelli alle prove successive.

Ben 5 gomme, dopo i test supplementari su bagnato, asciutto e neve, hanno ottenuto la valutazione “esemplare” dalla rivista tedesca. I due tester Henning Klipp e Dierk Möller affermano che “questi cinque modelli sono almeno pari ai rispettivi pneumatici estivi o invernali”.

Cinque ‘esemplari’ con in testa Goodyear

Il vincitore del test sulle gomme 4 stagioni 2020 è Goodyear Vector 4Seasons Gen-3. Gli esperti di AutoBild ne hanno infatti apprezzato “l’handling dinamico su neve, bagnato e asciutto, le ottime prestazioni su neve e l’elevato chilometraggio”.

Il secondo classificato è Vredestein Quatrac, che ha dimostrato di avere “grande stabilità di guida su neve, la miglior capacità di prevenire l’aquaplaning tra i candidati del test e un handling dinamico su bagnato e asciutto”.

Continental ha ottenuto il terzo posto con l’AllSeason Contact. AutoBild definisce questo pneumatico “convincente a 360°, con le migliori prestazioni invernali del test e un ottimo rapporto qualità-prezzo”.

Il quarto posto, sempre con valutazione ‘esemplare’ è andato al Michelin CrossClimate +, per le sue “prestazioni equilibrate in tutte le condizioni atmosferiche, qualità di guida dinamiche ed elevato chilometraggio”.

Il prezzo un po’ troppo elevato è l’unico difetto che la rivista ha trovato all’EuroAll Season AS 210 di Falken, che è arrivato quinto e chiude la lista delle gomme 4 stagioni ‘esemplari’. La distanza di arresto nella frenata su neve, che per i tester è ‘solo’ nella media viene vista come un punto di debolezza, ma è compensata dalle “buone prestazioni in caso di aquaplaning, elevato chilometraggio e comportamento di guida stabile in tutte le condizioni meteo”.

Migliori gomme auto 4 stagioni 2020/2021

gomme 4 stagioni pneumatici all season quattro michelin crossclimate

Buoni 6 modelli su 14

Dopo i 5 esemplari arrivano le 6 gomme 4 stagioni che hanno ottenuto il giudizio “buono”. Prima della serie è il Firestone Multiseason Gen02, che ha confermato di avere “buona trazione e brevi spazi di frenata sulla neve, manovrabilità dinamica sul bagnato e brevi spazi di arresto nella frenata sull’asciutto”. Punto di debolezza è invece la sicurezza in caso di aquaplaning che è solo nella media”.

LHankook Kinergy 4S ha “una buona qualità su neve, brevi spazi di arresto nella frenata su bagnato e asciutto e ottime riserve di sicurezza per l’aquaplaning”. Tra i difetti la rivista cita il “comfort di guida ‘solo’ sufficiente e un chilometraggio moderato”.

Buono anche il Kleber Quadraxer 2, che “ha brevi spazi di arresto nella frenata su asciutto e offre le migliori prestazioni del test su neve compatta”, ma ha “riserve limitate di sicurezza per aquaplaning e curve”.

Il giudizio dei tester sul BF Goodrich G-Grip All Season2 rileva una “tendenza al sottosterzo su bagnato”, ma anche “un’elevata capacità di trazione su ghiaccio e neve e brevi spazi di arresto nella frenata su asciutto”.

Il Bridgestone Weather Control A005 Evo ha colpito gli esperti “per l’handling sportivo e dinamico su bagnato e asciutto e per i brevi spazi di arresto nella frenata su bagnato e asciutto”.

I punti deboli del Nexen N’blue 4Season, che con il suo 1° posto chiude la serie dei pneumatici “buoni” sono la tenuta laterale su bagnato e una resistenza al rotolamento un po’ elevata, che determina maggior consumo di carburante. Dall’altro lato, però, il quattro stagioni di Nexen dimostra di “brevi distanze di arresto nella frenata su asciutto, buoni margini di sicurezza nella prevenzione dell’aquaplaning e silenziosità di marcia”.

Chiudono la classifica 3 modelli “soddisfacenti” o “sufficienti”

I posti 12, 13 e 14 vanno a Pirelli Cinturato All Season SF, Kumho Solus 4S HA32 e Maxxis Premitra All Season AP3. Tutti e tre i modelli sono stati considerati “soddisfacenti”.

Il pneumatico Pirelli Cinturato All Season SF ha i suoi punti deboli in termini di “lunghi spazi di arresto in frenata e tendenza al sottosterzo su neve e ghiaccio”. Bene invece per quanto riguarda le , i tester hanno “riserve di sicurezza in caso di aquaplaning e la frenata su asciutto”.

Kumho Solus 4S HA32 ha perso punti a causa del suo basso chilometraggio e dell’elevata resistenza al rotolamento, che comporta un maggior consumo di carburante. Sono invece state definite “buone” le “caratteristiche di guida in qualsiasi condizione atmosferica”.

Chiude il test il pneumatico Maxxis Premitra All Season AP3, che ha evidenziato “un chilometraggio limitato, una tendenza al sottosterzo e spazi di arresto in frenata lunghi su strada bagnata”. D’altra parte, si distingue “per le buone riserve di sicurezza in caso di aquaplaning, la manovrabilità dinamica e gli spazi di frenata brevi su asciutto”.

Grande risparmio con gli all season: niente doppi cerchi e ottimi chilometraggi

A chiusura del test, gli esperti tedeschi hanno voluto segnalare il grande potenziale di risparmio che offrono i pneumatici quattro stagioni. Non è infatti più necessario il secondo set di cerchi, ma anche il risparmio di carburante e il chilometraggio sono davvero notevoli.

Dopo averli testati per 12.000 chilometri, gli esperti di AutoBild sono rimasti colpiti dall’“enorme chilometraggio” dei pneumatici VredesteinMichelin Goodyear, che hanno un aspettativa di vita che addirittura supera i 70.000 chilometri!

Al Goodyear Vector 4Seasons Gen-3 è stato inoltre assegnato il premio ecologia ed è stato definito il modello Ecomeister 2020.

Per dovere di cronaca pubblichiamo di seguito la tabella dei ‘bocciati’ che non sono passati alle prove successive. Questi 18 modelli non hanno infatti superato il test che sommava i risultati della frenata su bagnato e asciutto. Gli esperti di AutoBild fanno un solo commento: “meglio stare alla larga dai pneumatici che hanno superato i 100 metri di distanza nella somma delle due prove di frenata!”

Bremswege = distanza di arresto in frenata in metri – Nass= bagnato – Trocken= asciutto – Gesamt = totale.

HAI PROVATO QUESTE GOMME?

SEI D’ACCORDO CON IL TEST OPPURE NO?

POSTA LA TUA RECENSIONE SULLE MIGLIORI GOMME AUTO 4 STAGIONI!!!

© riproduzione riservata