Volvo XC40 Recharge a trazione elettrica: migliaia gli ordini ,le prime consegne entro l’anno

pubblicato il 23 / 01 / 2020 scritto da

In alcuni mercati Volvo Cars ha aperto ufficialmente la campagna ordini per il modello XC40 Recharge P8 a trazione integrale, la prima vettura elettrica al 100% prodotta dalla Casa automobilistica e basata sul già popolarissimo e pluripremiato SUV compatto a marchio Volvo.

Sono decine di migliaia i consumatori che hanno mostrato un vivo interesse per la XC40 a trazione esclusivamente elettrica e la Casa svedese ha già ricevuto per questo modello diverse migliaia di ordini confermati addirittura prima dell’avvio ufficiale delle vendite. L’inizio della produzione e le prime consegne ai clienti della XC40 Recharge P8 sono previsti entro quest’anno.

Questo iniziale afflusso di ordini è un’ulteriore dimostrazione del forte interesse per la linea di modelli ‘Recharge’ – l’appellativo che designerà tutte le Volvo ricaricabili, sia con trazione solo elettrica sia con propulsore ibrido plug-in – di Volvo Cars, che punta a portare al 50% la quota di vetture solo elettriche sul totale di vendite globali entro il 2025, con la restante parte costituita da veicoli ibridi.

Volvo XC40 Recharge a trazione elettrica

Nel 2019, Volvo Cars ha venduto circa 46.000 vetture ibride plug-in, vale a dire il 23% in più rispetto al 2018 e più del doppio rispetto al 2017. Nell’ultimo trimestre del 2019, i modelli ibridi plug-in sono arrivati a costituire oltre il 20% di tutte le auto Volvo vendute in Europa.

Volvo sta inoltre registrando anche nelle configurazioni selezionate dai clienti online un aumento continuo e consistente delle versioni Recharge, che nel quarto trimestre del 2019 rappresentavano circa un terzo di tutte le configurazioni selezionate nella regione.

“Ciò che i clienti vedono nella nostra gamma Recharge è molto chiaro,” ha dichiarato Björn Annwall, responsabile delle attività commerciali EMEA e mondo. “Le nostre vetture Recharge rispecchiano tutto quello che i clienti si aspettano da una Volvo, con l’aggiunta di un avanzatissimo propulsore completamente elettrico o ibrido plug-in.”

La XC40 Recharge P8 è il primo modello di una linea di prodotti Volvo a trazione esclusivamente elettrica. La nuova arrivata rappresenta una vera e propria pietra miliare nella storia di Volvo Cars: oltre a essere la prima automobile elettrica della Casa svedese, è anche la prima Volvo equipaggiata con un nuovissimo sistema di infotainment basato sul sistema operativo Android di Google.

In quanto versione elettrica ispirata al pluripremiato e popolarissimo SUV compatto XC40 – la prima Volvo ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento di Auto dell’Anno in Europa –, la XC40 Recharge P8 si basa sull’Architettura Modulare Compatta (CMA), ovvero l’avanzata piattaforma modulare per i veicoli sviluppata congiuntamente all’interno del Gruppo Geely.

Volvo XC40 Recharge a trazione elettrica

La XC40 Recharge P8 con trazione integrale garantisce un’autonomia di percorrenza di oltre 400 km con un’unica ricarica (in base alla procedura di omologazione WLTP) e sviluppa una potenza di 408 CV. La batteria può essere ricaricata all’80% della sua capacità in soli 40 minuti se collegata a un sistema di ricarica veloce.

Il nuovo impianto di infotainment basato sul sistema operativo Android offre ai clienti un livello di personalizzazione senza precedenti, maggiore intuitività e nuove tecnologie e servizi Google integrati, come ad esempio Google Assistant, Google Maps e Google Play Store. La XC40 Recharge P8 è inoltre in grado di ricevere più ampi aggiornamenti del software e del sistema operativo in modalità OTA (over the air).

Pur rifacendosi agli eccezionali livelli di sicurezza della XC40 originale, gli esperti di sicurezza di Volvo Cars hanno riprogettato completamente e rinforzato la struttura anteriore della Recharge P8, così da tenere conto dell’assenza del blocco motore, rispettare i rigorosi requisiti di Volvo Cars in fatto di sicurezza e tutelare l’incolumità dei passeggeri così come su qualsiasi altra Volvo.

La batteria è protetta da un ‘gabbia’ di sicurezza collocata al centro della carrozzeria. La posizione della batteria nel pianale della vettura presenta anche il vantaggio di abbassarne il baricentro e offre maggiore protezione ai passeggeri in caso di ribaltamento.

All’interno della vettura, un approccio innovativo orientato alla funzionalità ha consentito di realizzare ampie aree di stivaggio, ad esempio sotto i sedili e all’interno del bagagliaio. Poiché l’auto non è dotata di motore a combustione interna, offre ancora più spazio di stivaggio rispetto alla versione normale della XC40 grazie all’utilizzo dello spazio sotto il cofano anteriore.

Intervista a Michele Crisci – Presidente Volvo Car Italia

© riproduzione riservata